Asteroidi e blogosociodidagrammi

Qualcuno ha realizzato questo suggestivo video  (guardatelo a schermo intero, è molto suggestivo) sul progressivo avanzamento delle scoperte di asteroidi a partire dal 1980 al 2010.

A mano a mano che vengono rilevati sono aggiunti alla mappa ed evidenziati in bianco. In giallo quelli più prossimi alla Terra, in rosso quelli che ne incrociano l’orbita. Tutti gli altri in verde.

Si intravede uno schema ricorrente nelle scoperte che sembra seguire la Terra nel suo cammino dovuto al fatto che la maggior parte delle scoperte sono state fatte nella direzione opposta al Sole. Con l’avvento degli anni ’90, quando sono stati introdotti sistemi automatizzati di monitoraggio, le scoperte aumentano e il video diventa più affollato.

Così all’inizio del 2010 è visibile un nuovo trend, con ulteriori osservazioni dovute al WISE, missione spaziale con l’obiettivo di “scannerizzare” il cielo tramite i raggi infrarossi.

Il blog  di un giovane divulgatore scientifico, presente nei miei feed, lo spiega molto meglio.

La scala del video è approssimativamente di 1.000.000 di km per pixel, e per quanto riguarda il tempo ogni secondo corrisponde a circa due mesi.

Sociogramma 30 aprile 2011. I nodi rossi sono studenti di medicina, i nodi blu cyberstudenti, il nodo celeste è il docente. Una linea che congiunge due nodi significa che almeno uno dei due ha fatto almeno un commento ad un post dell’altro.

Sociogramma 30/04/2011

A me la progressione nel tempo verso quel tripudio di punti circolanti ricorda un po’ la gravitazione nella blogoclasse, non tanto in senso fisico (per quanto di fisico ci possa essere in qualcosa che è per definizione immateriale; ma non è poi tanto immateriale nelle nostre menti) quanto nel circolare delle idee da cui sono sono nati altri spunti che a loro volta genereranno altri spunti e via dicendo.

Anche questa è creatività RW, che non necessariamente deve dare come risultato un’opera artistica. Prendere le cose provenienti dall’Altro, farle proprie, rielaborarle e ricondividerle così ibridizzate e contaminate.

Naturalmente capita che ogni tanto (in termini di milioni dei nostri anni umani o forse più) gli asteroidi abbiano a scontrarsi con qualche altro corpo celeste. La metafora è valida se pensiamo all’influenza che hanno l’uno sull’altro in termini di attrazione (o almeno credo: io sono un’umanista, giusto? :D). Con l’andare del tempo (e sempre che si sia disposti ad andare in quella direzione), l’affinare del proprio “intuito” e dei propri strumenti di detezione del nuovo “allargando” la mente e le vedute, può essere che si scoprano nuove cose sul mondo e su noi stessi che prima non ci erano visibili, ma sono sempre state lì.

Annunci

3 Responses to “Asteroidi e blogosociodidagrammi”

  1. L’ho riguardato un sacco di volte …

  2. Ciao, il video è proprio bellino…grazie!
    non so se quello che scrivo fa parte della creatività RW, ma quando leggo i post che galleggiano nel cyberspazio nella mia mente generano infinità di Link. Prendo le cose dell’Altro rielaboro e ricondivido…

Trackbacks

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...